1. Sintomi
  2. Cause
  3. Rischi
  4. Trattamento
  5. Prevenzione
  6. Altri effetti collaterali
  7. Quando chiamare il medico?

Il trapianto di capelli è una procedura complessa indipendentemente dalla tecnica utilizzata. Un chirurgo estrae follicoli sani da una o più parti del cuoio capelluto e li impianta in una zona calva/diradata.

Questo trattamento è un modo efficace per ripristinare la caduta dei capelli legata alla genetica (calvizie maschile o femminile), ma è adatto anche per altri tipi di perdita di capelli.

Sebbene i trapianti di capelli siano generalmente sicuri, tutte le procedure chirurgiche comportano alcuni rischi, compresa l’infezione. Fortunatamente, meno dell’1% dei pazienti sviluppa un’infezione da trapianto di capelli, poiché una preparazione e una cura efficaci possono aiutare a prevenire la maggior parte delle complicazioni.

Ma è importante considerare i potenziali effetti collaterali se si prevede di sottoporsi a restauro dei capelli. E in questo post, esploreremo i sintomi, le cause, i trattamenti e altri rischi in modo che Lei possa prendere una decisione informata.

Quali sono i sintomi di un trapianto di capelli infetto?

Un trapianto di capelli infetto può causare i seguenti sintomi:

  • Gonfiore
  • Dolore
  • Sensazioni di bruciore o calore
  • Ascessi
  • Flusso di pus
  • Rossore o scolorimento
  • Prurito
  • Sanguinamento

Gonfiore o sanguinamento sono normali, quindi non dovrebbero causare preoccupazione. Ma se i sintomi peggiorano o durano per più di sette giorni, è possibile che Lei abbia sviluppato un’infezione.

In questo caso, potrebbe notare ulteriori sintomi:

  • Linfonodi ingrossati
  • Nausea
  • Vomito
  • Sentirsi affaticato o letargico
  • Mal di testa
  • Febbre

Parli con il Suo chirurgo se presenta uno di questi sintomi dopo il trattamento.

Sanguinamento
Fonte dell’immagine: International Society of Hair Restoration Surgery

Perché alcuni pazienti sviluppano infezioni da trapianto di capelli?

Uno studio ha scoperto che le infezioni del cuoio capelluto in genere non sono gravi quando si verificano (il che è raro). Il cuoio capelluto ospita un consistente sistema di vasi sanguigni che consente al sistema immunitario di identificare e localizzare rapidamente gli agenti patogeni.

Ma cosa causa l’infezione in primo luogo?

I batteri penetrano nelle ferite aperte sul cuoio capelluto, dove sono stati rimossi o impiantati i follicoli del donatore. Ecco tre dei motivi più comuni per cui questo può verificarsi:

Scarsa igiene e ambienti chirurgici insalubri

Potrebbe sviluppare un trapianto di capelli infetto se un chirurgo utilizza strumenti non igienizzati o esegue la procedura in una clinica con scarsi standard di igiene.

Potrebbe causare l’infezione da solo se tocca le ferite del cuoio capelluto mentre guariscono, poiché i batteri possono trasferirsi dalla punta delle dita ai siti di trattamento.

Sistema immunitario indebolito

Una condizione medica di base potrebbe indebolire il sistema immunitario e aumentare la probabilità di un’infezione. I problemi comuni includono:

  • Fumo
  • Obesità estrema
  • Alta pressione sanguigna
  • Diabete
  • HIV
  • Malnutrizione
  • Cancro

Parli con il Suo chirurgo se ritiene di poter essere affetto da uno di questi.

Croste gravi

È normale che si formino croste sulle ferite dopo il trapianto di capelli. Ma la formazione di croste può portare a prurito e questo potrebbe costringerLa a grattare il ​​cuoio capelluto.

Potrebbe inavvertitamente rimuovere le croste e trasferire i batteri alle ferite aperte, aumentando il rischio di infezione.

Croste gravi

Quali sono i pericoli a lungo termine di un trapianto di capelli infetto?

Un’infezione post-trattamento può aumentare il rischio di sviluppare gravi cicatrici che interrompono i risultati, ad esempio creando una ricrescita incoerente attorno alle cicatrici.

Ma l’infezione può portare a problemi più pericolosi senza trattamento. In situazioni estremamente rare, potrebbe persino causare setticemia seguita da sepsi, una condizione pericolosa per la vita nota per innescare la compromissione dell’organo.

Ecco perché è fondamentale che Lei si rechi da un medico se nota segni di infezione, non importa quanto piccoli possano sembrarLe inizialmente.

In che modo i rischi differiscono in base alla procedura di trapianto?

Le infezioni possono svilupparsi in due aree del cuoio capelluto:

  • Dove il chirurgo rimuove i follicoli
  • Dove il chirurgo impianta i follicoli

Ma la tecnica utilizzata può determinare la probabilità di sviluppare un’infezione.

I due metodi più comuni sono l’Estrazione di Unità Follicolari (FUE) e il Trapianto di Unità Follicolari (FUT).

Durante la FUT, un chirurgo preleva una striscia di pelle dalla parte posteriore della testa per prelevare i suoi follicoli. Ma la FUE prevede invece l’estrazione di follicoli dal cuoio capelluto uno alla volta.

La FUT potrebbe, in teoria, portare una maggiore possibilità di infezione in quanto crea una ferita più grande, che potrebbe essere più difficile da proteggere dai batteri. Ma entrambe le tecniche raramente portano all’infezione quando un chirurgo le esegue correttamente e in sicurezza.

FUT trapianto di capelli

Quale trattamento è disponibile per i casi di infezione da trapianto di capelli?

Si rivolga immediatamente al Suo chirurgo se sospetta che il Suo cuoio capelluto sia stato infettato. Eseguirà un esame completo e, se necessario, Le fornirà un piano di trattamento.

Puòconsigliare antibiotici (assunti per via orale o con applicazione topica), nonché shampoo antibatterici. Se ha ascessi sul cuoio capelluto, il chirurgo potrebbe drenarli per aiutarLa a guarire.

Come ridurre il rischio di infezione?

Segua questi passaggi per ridurre al minimo la probabilità di complicazioni post-procedura:

  • Scelga una clinica autorizzata con recensioni positive dei pazienti e rigide regole igieniche
  • Eviti esercizi pesanti finché il chirurgo non dice che è sicuro
  • Si rechi dal Suo chirurgo per tutti gli appuntamenti di follow-up come richiesto
  • Non tocchi le ferite o graffile croste
  • Eviti tabacco e alcol durante la guarigione
  • Segua tutte le istruzioni fornite dal chirurgo prima e dopo la procedura

Si assicuri che qualsiasi clinica per capelli che sceglie per il Suo trattamento offra un’assistenza di qualità, inclusi controlli per monitorare i Suoi progressi.

Quali altri effetti collaterali possono scatenare i trapianti di capelli?

Alcuni pazienti possono manifestare questi effetti collaterali:

Perdita di capelli shock

Questa condizione provoca la caduta dei capelli nell’area della donazione (dove il chirurgo raccoglie i follicoli).

Si ritiene che la colpa sia dei microtraumi e dello stress legati al trattamento. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti che sperimentano una perdita di capelli shock guarisce completamente entro tre o quattro mesi dal trattamento.

altri effetti trapianti di capelli

Follicolite

La follicolite si verifica quando i follicoli piliferi si infiammano. Provoca la comparsa di protuberanze rosse, simili all’acne, sul cuoio capelluto entro poche settimane o mesi di trattamento. I possibili fattori che contribuiscono includono peli incarniti o batteri che infettano i follicoli.

Quando si ritiene che questi ultimi siano i responsabili, la condizione è nota come “follicolite batterica”. Ma nella maggior parte dei casi si tratta di “follicolite sterile”, poiché non è coinvolto alcun batterio specifico.

Cicatrici

Le ultime tecnologie e tecniche di trapianto portano a risultati incredibili. La nuova crescita dovrebbe apparire naturale e fondersi perfettamente con i capelli esistenti.

Ma le cicatrici eccessive possono causare una ricrescita irregolare in una o più aree.

Cuoio capelluto insensibile

L’intorpidimento è in genere un effetto collaterale temporaneo. Il cuoio capelluto può anche formicolare quando si verifica intorpidimento mentre i nervi si riprendono dalla procedura.

Effetti comuni legati alla guarigione

Potrebbe sviluppare alcuni o tutti i seguenti sintomi mentre il cuoio capelluto guarisce:

  • Croste
  • Disagio
  • Rossore
  • Prurito

Il Suo chirurgo dovrebbe farLe sapere se può aspettarsi altri effetti durante la guarigione.

Quando dovrebbe consultare un medico?

È raro che i pazienti manifestino gravi effetti collaterali dopo un trapianto di capelli, ma si prepari a chiamare immediatamente il medico se nota dei sintomi.

Prima organizza il trattamento, minore è il rischio di sviluppare un’infezione pericolosa o problemi correlati.

Come prenotare un trapianto in una clinica stimabile

Uno dei modi più semplici per evitare un’infezione da trapianto di capelli è visitare una clinica rispettabile con una forte storia di risultati eccezionali.

I chirurghi HairPalace utilizzano tecniche di trapianto all’avanguardia per ripristinare i capelli con risultati completamente naturali e duraturi.