1. Tecniche & cicatrici
  2. Possono essere rimosse?
  3. Come nasconderle
  4. Conclusione

Le tecniche di trapianto di capelli hanno fatto molta strada da quando il dottor Norman Orentreich ha eseguito la prima procedura negli anni ’50. I metodi più recenti ottengono risultati più naturali di quelli che potrebbero mai raggiungere i primitivi plug per capelli e possono portare a una crescita permanente dei capelli che dura per decenni.

Tuttavia, le cicatrici sono ancora un risultato inevitabile nonostante i radicali miglioramenti nelle tecnologie chirurgiche e nelle pratiche di chiusura delle ferite. E se sta considerando un trapianto di capelli, è destinato a preoccuparsi delle cicatrici.

Ma La aiuteremo a rendere più facile la Sua decisione con questo post. Continui a leggere per tutte le informazioni di cui ha bisogno sulle cicatrici post-trapianto, se le cicatrici possono essere rimosse e suggerimenti per l’occultamento.

Tecniche di trapianto di capelli e cicatrici

Come la maggior parte dei pazienti, sceglierà il Suo metodo di trapianto in base a:

  • L’entità della Sua perdita di capelli
  • La quantità di capelli sani del donatore che rimane sul cuoio capelluto
  • La dimensione delle aree di calvizie/diradamento
  • Il costo della procedura

Ma le cicatrici dovrebbero essere un altro fattore chiave quando prende la Sua decisione. Se è preoccupato di come le cicatrici visibili possano ridurre la Sua soddisfazione per i risultati, discuta le Sue opzioni con un consulente. La aiuterà a trovare la tecnica giusta per Lei.

I due metodi di trapianto più comuni utilizzati oggi sono il Trapianto di Unità Follicolari (FUT) e l’Estrazione di Unità Follicolari (FUE). Ciascuno crea un tipo specifico di cicatrici.

Diamo un’occhiata più da vicino a entrambe le tecniche.

FUT

Il chirurgo rimuove una striscia di pelle dalla parte posteriore della testa, di solito larga pochi centimetri, e raccoglie i suoi follicoli. Successivamente, inserisce i follicoli in minuscole incisioni sulle aree calve del cuoio capelluto. Un anestetico locale La farà sentire a Suo agio per tutto il tempo. Questa viene eseguita come procedura ambulatoriale.

Il chirurgo suturerà l’area donatrice e quei punti dovrebbero rimanere in posizione per circa 10 giorni. Tuttavia, lasceranno una cicatrice visibile dopo essere stati rimossi. La dimensione della cicatrice varia in base alla quantità di pelle estratta: può persino estendersi da un orecchio all’altro.

FUT trapianto di capelli

FUE

Questo metodo prevede l’estrazione di follicoli dalle aree donatrici sul retro e sui lati del cuoio capelluto. Il chirurgo utilizza un preciso strumento micro-punch per rimuovere con cura i singoli innesti follicolari, ma ogni “punch” lascia una cicatrice appena percettibile con un diametro di circa 1 millimetro. I follicoli vengono quindi impiantati in incisioni sulle aree diradate/calve del cuoio capelluto.

Questa è una procedura complessa che può richiedere diverse ore per essere completata a seconda della gravità della caduta dei capelli. Potrebbero essere necessarie più sedute nell’arco di alcuni mesi per ottenere la crescita ideale dei capelli.

Questa tecnica può creare una grande quantità di piccole cicatrici sul cuoio capelluto: centinaia, forse migliaia. Ma non sono coinvolti punti e il periodo di recupero è solitamente più breve rispetto alla FUT. La FUE viene eseguita in regime ambulatoriale in anestesia locale. Le cicatrici in genere appaiono come piccoli punti bianchi dopo la guarigione.

FUE2 trapianto di capelli

Le cicatrici da trapianto di capelli possono essere rimosse?

I chirurghi possono cercare di ridurre al minimo le cicatrici post-FUT eseguendo la procedura con grande cura, ma le cicatrici saranno comunque visibili sulla parte posteriore del cuoio capelluto in modo permanente. Saranno sempre sulla Sua pelle, anche se le cicatrici svaniscono nel tempo. E le cicatrici possono essere più evidenti man mano che invecchia, poiché il cuoio capelluto si affloscia gradualmente con l’età.

In alternativa, i chirurghi possono utilizzare la tecnica FUE per impiantare follicoli nell’area donatrice dopo un trattamento FUT. Questo stimola la crescita dei capelli per aiutare a nascondere la cicatrice. Ma il successo dipende dallo spessore sia della cicatrice che dei capelli. Alcuni farmaci possono rendere il tessuto cicatriziale più sottile, il che può migliorare il risultato.

Tuttavia, la pelle sana risponde meglio agli innesti rispetto alla pelle sfregiata, quindi questo metodo non garantisce ancora risultati soddisfacenti. Il Suo chirurgo La aiuterà a determinare se questa è un’opzione praticabile per Lei.

Come nascondere le cicatrici post-trapianto?

Può provare più tecniche per nascondere le Sue cicatrici dopo un trapianto di capelli:

Far crescere i Suoi capelli

Potrebbe voler far crescere i capelli per coprire le cicatrici sulla/e area/e donatrice/i. Ma le cicatrici più spesse e visibili (come le cicatrici cheloidi) possono essere più difficili da mascherare rispetto ad altre.

Le cicatrici cheloidi sono più grandi e in rilievo rispetto alle cicatrici standard e tendono a crescere nell’arco di diversi mesi o anni. Se è soggetto a cicatrici cheloidi, informi il Suo chirurgo prima del trattamento.

Cicatrici da trapianto di capelli: quanto durano e può rimuoverle

Micropigmentazione del cuoio capelluto

La micropigmentazione del cuoio capelluto (SMP) è anche nota come tatuaggio del cuoio capelluto o tatuaggio medico dell’attaccatura dei capelli. È un trattamento cosmetico permanente progettato per creare l’illusione di capelli più folti e pieni su cuoio capelluto diradato o calvo.

Uno specialista inietta il pigmento accuratamente selezionato direttamente nel cuoio capelluto, utilizzando un colore dell’inchiostro che si abbina ai Suoi capelli. Questo può aiutare a nascondere le cicatrici causate dalle procedure FUT o FUE.

Gli artisti SMP possono richiedere più sedute per ottenere la copertura ideale e può essere scomodo (soprattutto se non è mai stato tatuato).

Tricopigmentazione

La tricopigmentazione (TMP) è simile alla SMP, ma offre invece tatuaggi temporanei. Gli artisti TMP iniettano l’inchiostro solo nello strato superiore della pelle, in modo che il pigmento non penetri nel cuoio capelluto così profondamente come durante le procedure SMP.

La TMP può durare in media da sei mesi a tre anni, ma la durata varia. Come con la SMP, la TMP può essere scomoda per alcuni pazienti.

tatuaggio capelli

Terapia laser

Il trattamento laser può ridurre la visibilità delle cicatrici e può essere utilizzato da solo o con SMP o TMP. Questa tecnica elimina il tessuto danneggiato sulla superficie delle cicatrici e stimola la produzione di collagene per migliorare l’elasticità. La Sua pelle apparirà complessivamente più sana.

Tuttavia, i risultati possono variare da caso a caso, poiché il trattamento laser non è stato creato esclusivamente per rimuovere le cicatrici dopo il trapianto di capelli. Il Suo chirurgo può aiutarLa a determinare se è probabile che il trattamento laser sia efficace sulle Sue cicatrici.

Come trovare la giusta clinica per il trapianto di capelli per ottenere i migliori risultati

La chirurgia del restauro dei capelli può favorire una crescita sana dei capelli su tutto il cuoio capelluto e ottenere trasformazioni sorprendenti. I chirurghi possono aggiungere densità alle attaccature in maturazione, ispessire i capelli sulle corone calvee ringiovanire i capelli affetti da calvizie.

Ma le cicatrici permanenti sono inevitabili con qualsiasi tecnica e rimarranno visibili per il resto della Sua vita. La FUE crea cicatrici meno evidenti rispetto alla FUT, il che è l’ideale se vuole mantenere il Suo intervento il più discreto possibile. Potrebbe anche essere in grado di provare i processi di rimozione delle cicatrici per ridurre al minimo la loro visibilità, coprirle con i capelli o utilizzare SMP o TMP.

Tuttavia, è fondamentale scegliere un chirurgo esperto e con una storia di trapianti di successo. I chirurghi di HairPalace sono altamente esperti e utilizzano la tecnica FUE2 all’avanguardia per ottenere una crescita naturale dei capelli. Ciò causa anche cicatrici meno visibili rispetto ai metodi più vecchi.