Biotina Capelli: Risultati, Rischi e i Migliori Integratori

  1. Aiuta la crescita dei capelli?
  2. Quando aspettarsi i risultati
  3. Quanta assumerne
  4. Rischi
  5. I migliori cibi
  6. I 5 migliori integratori
  7. Altri benefici
  8. Carenza
  9. Alternative

La biotina, nota anche come B7 e vitamina H, svolge un ruolo fondamentale nel convertire i nutrienti del nostro corpo in energia.

In quanto vitamina B essenziale, la biotina svolge anche un ruolo cruciale nella salute della nostra pelle, capelli e unghie.

Spesso otteniamo abbastanza biotina semplicemente seguendo una dieta ben bilanciata, e non c’è davvero bisogno di integrarla.

Ma alcune persone potrebbero non averne abbastanza nella loro dieta e, di conseguenza, il loro corpo ne soffre; potrebbero avere la pelle irritata, unghie fragili e, naturalmente, subire la caduta dei capelli.

Gli integratori di biotina possono offrire un modo semplice per massimizzare i livelli di questa importantissima vitamina e garantire che i tuoi capelli ricevano tutto il supporto di cui hanno bisogno.

Ma, come molti integratori alimentari, ci sono alcune cose che devi considerare prima di assumerli.

Dopotutto, alcuni mancano di prove scientifiche concrete a sostegno delle loro affermazioni.

Oggi ti aiuteremo a demistificare gli integratori di biotina. Discuteremo il ruolo che svolge nel tuo corpo, come puoi migliorare i tuoi livelli in modo naturale, i segni e i sintomi di una carenza e quali integratori ti consigliamo di provare.

Bitotina capelli: La biotina aiuta a migliorare la crescita dei capelli?

La biotina influenza la crescita, la lucentezza, la consistenza, il volume e la resilienza dei capelli. Lo fa aiutando il corpo a produrre cheratina, una proteina essenziale utilizzata per creare unghie, pelle e ciocche di capelli sani.

Per questo motivo, molte persone vogliono aumentare l’assunzione di biotina. Ma la ricerca sta ancora cercando di affermare quanto sia efficace la biotina come integratore per trattare la caduta dei capelli.

Uno studio nel 2015 ha esaminato le donne che soffrivano di caduta dei capelli. Ad alcune è stato somministrato un integratore proteico che conteneva vitamina b7 insieme ad altri ingredienti. L’altro gruppo ha ricevuto un placebo.

I risultati hanno mostrato che le donne che avevano assunto l’integratore due volte al giorno per tre mesi avevano notato una migliore crescita e una minore caduta dei capelli. Uno studio precedente nel 2012 ha avuto risultati simili.

Ma poiché l’integratore conteneva altri ingredienti, i ricercatori non sono stati in grado di dire in modo definitivo se l’integrazione di biotina abbia influenzato da sola la caduta dei capelli delle donne o meno.

acconciatura

Quanto tempo ci vuole perché la biotina capelli agisca?

Potrebbero essere necessari alcuni mesi o più prima che l’aumento dei livelli di biotina nel tuo corpo ripaghi. Dovrai essere paziente e impegnarti.

Un modo semplice per massimizzare questa vitamina nel tuo corpo è migliorare la tua dieta e concentrarti su cibi ricchi di biotina. Noci, semi, legumi e verdure a foglia verde sono alcuni ottimi esempi.

È importante notare che l’aumento della biotina nel tuo organismo non significa automaticamente che la caduta dei capelli si fermerà, ma avrà un impatto solo se soffri di carenza.

Inoltre, fai attenzione a non consumare troppa biotina, poiché ci sono alcuni effetti collaterali e comunque non accelererà il processo.

In caso di dubbio, consulta il medico o lo specialista della pelle per un consiglio.

Quanta biotina dovresti assumere al giorno?

L’indennità dietetica raccomandata (RDA) è un modo comune per misurare la quantità di nutriente di cui abbiamo bisogno nella nostra dieta.

È stabilita dalla Food and Nutrition Board delle Accademie Nazionali di Scienze, Ingegneria e Medicina.

Ma quando non ci sono prove scientifiche sufficienti per consigliare una RDA, viene invece emessa una “assunzione adeguata” (AI), come nel caso della biotina.

L’AI della biotina per uomini e donne sopra i 19 anni è di 30 mcg. Sono 35 mcg per le donne che allattano.

Il SSN suggerisce che potremmo ottenere tutta la biotina di cui abbiamo bisogno da una dieta ben bilanciata e che è improbabile che l’assunzione di 0,9 mg al giorno causi effetti collaterali negativi.

farmaci alla biotina

Puoi assumere troppa biotina?

Come per tutti i nutrienti e le vitamine, c’è un limite alla quantità che il tuo corpo dovrebbe assumere. Ma poiché è una vitamina B idrosolubile, è raro che si verifichi un sovradosaggio di integratori di biotina.

Detto questo, è possibile.

I sintomi dell’assunzione di biotina capelli in eccesso includono:

  • Eruzioni cutanee
  • Sete eccessiva
  • Minzione eccessiva
  • Insonnia
  • Bassi livelli di altre vitamine nel tuo organismo, comprese le vitamine C e B6
  • Calo di insulina
  • Livelli elevati di zucchero nel sangue

La biotina capelli ha effetti collaterali?

La maggior parte delle persone può assumere integratori di biotina e non ha effetti collaterali negativi.

Ma alcune rare persone possono provare nausea, diarrea o crampi allo stomaco.

Se soffri di uno di questi tre, potrebbe essere saggio assumere i tuoi integratori con il cibo per ridurre al minimo e contrastare i sintomi.

Come sempre, consulta il tuo medico quando prendi un integratore alimentare e leggi sempre attentamente le etichette del produttore e il dosaggio consigliato.

I migliori alimenti per aumentare l’assunzione di biotina

alimenti per aumentare l'assunzione di biotina

Il più delle volte, il tuo corpo riceve abbastanza biotina dalla tua dieta media.

Ma se vuoi aumentare l’assunzione e assicurarti di raggiungere il tuo obiettivo ideale, ci sono molti alimenti ricchi di biotina che consigliamo vivamente. Questi includono:

  • Noci e semi come mandorle, arachidi e semi di girasole
  • Carne, in particolare reni e fegato
  • Pesce
  • Tuorli d’uovo e albumi crudi
  • Funghi
  • Banane
  • Patate dolci
  • Cereali integrali

Per i valori nutrizionali medi, dai un’occhiata alle migliori fonti di biotina sull’infografica di seguito:

Prodotto alimentareContenuto di biotinaValore giornaliero
Tuorlo d’uovo (50 grammi)10 mcg33%
Funghi (70 grammi)5,6 mcg19%
Fegato di pollo (75 grammi)138 mcg460%
Salmone (85 grammi)5 mcg17%
Banana (105 grammi)0,2 mcg1%
Avocado (200 grammi)1,85 mcg6%
Patate dolci (125 grammi)2,4 mcg8%
Braciola di maiale (85 grammi)3,8 mcg13%
Spinaci (64 grammi)5 mcg17%

È importante ricordare che i livelli di biotina possono variare tra le diverse marche di alimenti; controlla la confezione e le etichette per le quantità nutrizionali esatte.

Un altro consiglio è la preparazione, o la sua mancanza nel caso della biotina. Il calore può spesso compromettere l’efficacia della vitamina, quindi, quando possibile, mangia cibi crudi.

Detto questo, è probabile che tu stia raggiungendo i tuoi livelli di biotina perfettamente; fintanto che segui una dieta ben bilanciata, dovresti raggiungere tutti gli obiettivi di assunzione dietetica di riferimento.

caffè che blocca il dht

I 5 migliori integratori di biotina

L’assunzione di integratori di biotina può darti la tranquillità che i tuoi capelli stanno ricevendo tutte le risorse di cui hanno bisogno per crescere forti.

Possono essere acquistati al banco, senza prescrizione medica, e sono disponibili in compresse o capsule.

Come per qualsiasi potenziale carenza nutrizionale, consulta il medico e leggi attentamente la confezione e le istruzioni prima dell’uso.

Di seguito sono riportati 5 dei migliori integratori da considerare, inclusi il prezzo, il dosaggio consigliato e la quantità per prodotto.

Integratore di biotinaPrezzoValutazioni
Amazon
Contenuto
per flacone
Dosaggio
di biotina
Vegano
Country Life High Potency Biotin20,78 € 60
capsule
5000 mcg
Pure Encapsulations Biotin22 € 120 capsule8000 mcg
Life Extension Biotin8,50 € 100 capsule600
mcg
SugarBear Hair Vitamin32,98 € 75 gommose5100 mcg
OLLY Heavenly Hair Gummy15,50 € 60 gommose3000 mcg

Altri benefici della biotina

Oltre ad aiutare potenzialmente i tuoi capelli, l’assunzione di integratori di biotina potrebbe anche produrre altri benefici, tra cui:

  • Metabolismo: La biotina può supportare un metabolismo sano, cioè convertire il cibo in energia.
  • Aminoacidi: Aiuta a produrre proteine ​​che svolgono un ruolo chiave nella sintesi degli acidi grassi (immagazzinamento di energia).
  • Ridurre l’infiammazione: La biotina allevia lo stress e il dolore delle articolazioni muscolari
  • Cognizione: Può anche migliorare la memoria e prevenire problemi cognitivi e disturbi neurodegenerativi.
  • HDL: La biotina può rimuovere il colesterolo in eccesso nel corpo (lipoproteina ad alta densità)
  • LDL: Può aiutare a ridurre il colesterolo cattivo nelle arterie (lipoproteine ​​​​a bassa densità)

Carenza di biotina

Ci sono diversi sintomi legati alla carenza di biotina. Dopotutto, come vitamina B, svolge un ruolo cruciale in diverse aree del nostro corpo.

Potresti riscontrare solo una carenza marginale che può essere facilmente corretta. Se noti uno dei seguenti aspetti, devi consultare il tuo medico per una diagnosi formale.

  • Diradamento dei capelli
  • Unghie fragili
  • Pelle secca
  • Appaiono eruzioni cutanee rosse e squamose, specialmente intorno al viso
  • Depressione
  • Stanchezza e sfinimento
  • Congiuntivite
  • Allucinazioni
  • Esaurimento
  • Una sensazione di formicolio o intorpidimento alle braccia e alle gambe
rischi associati alla biotina

Chi può essere a rischio di carenza di biotina?

Alcune persone potrebbero essere maggiormente a rischio di sviluppare una carenza. Queste includono:

  1. Carenza di biotinidasi: nota anche come BIOT, la biotinidasi è una malattia genetica che colpisce il metabolismo della biotina, inibendone la capacità di riutilizzare o riciclare la biotina. Molti Paesi controllano il disturbo alla nascita.
  2. Alcolismo: se soffri di alcolismo, potresti avere una carenza di biotina. Questo perché l’alcol a lungo termine inibisce la capacità di assorbire la biotina.
  3. Malnutrizione: una dieta povera può portare a carenze vitaminiche, inclusa la biotina.
  4. Malattia infiammatoria intestinale: condizioni come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa possono ridurre i livelli di biotina nel corpo, influenzando la capacità naturale dell’intestino di produrla.
  5. Fumo: l’American Food and Nutrition Board ha affermato che il fumo accelera il catabolismo della biotina, portando a livelli più bassi nel tuo corpo.

Una riduzione dei livelli di biotina può derivare dalla gravidanza o dall’allattamento. Le neo-mamme possono subire una diminuzione della biotina nonostante la loro dieta.

Inoltre, alcuni farmaci possono aumentare le possibilità di sviluppare una carenza. Due in particolare includono:

  • I retinoidi sono composti derivati ​​dalla vitamina A, spesso usati per trattare disturbi della pelle come acne, psoriasi, eruzioni cutanee e dermatiti, o antiepilettici (per le convulsioni),
  • Gli antiepilettici sono farmaci usati per trattare disturbi convulsivi, dolore ai nervi e condizioni di salute mentale come il disturbo di personalità bipolare.

A parte gli esempi di cui sopra, l’assunzione di un integratore o il trattamento con biotina senza una carenza potrebbe non influire affatto sulla ricrescita dei capelli.

Cos’altro puoi provare per stimolare la crescita dei capelli?

Oltre all’integrazione di biotina, molte altre opzioni praticabili possono aiutare a favorire la crescita dei capelli e riportarli al loro antico splendore. Alcuni dei più popolari includono:

Detto questo, le alternative di cui sopra offrono solo una soluzione temporanea.

Dovresti considerare il trapianto di capelli se sei seriamente intenzionato a curare la caduta dei capelli e desideri una soluzione permanente.

Un trapianto di capelli è una procedura all’avanguardia che crea un’attaccatura uniforme e dall’aspetto naturale.

La tecnica più popolare è senza dubbio l’Estrazione di Unità Follicolari (FUE), che offre un rapido recupero e nessuna cicatrice visibile.

La FUE2 è un modulo procedurale avanzato con un’impressionante percentuale di successo fino al 95%.

Un chirurgo altamente qualificato trasferisce i capelli dalla parte posteriore e dai lati della testa e li posiziona strategicamente nelle aree di calvizie o diradamento.

I nuovi capelli ricresceranno ovunque da 12 a 18 mesi dopo l’intervento chirurgico.

Ultima revisione medica del 10 Ottobre 2022