Segni di Calvizie: Come Individuarli e Fermarli?

  1. Quanta caduta di capelli è normale?
  2. Primi segni di calvizie?
  3. Segni della calvizie negli uomini
  4. Segni della calvizie nelle donne
  5. Possibili cause della caduta dei capelli
  6. Trattamenti
  7. Visita un dottore

La caduta dei capelli è visibile in qualsiasi fase dell’età adulta.

Poi notare che inizi a perdere più capelli del solito mentre sei ancora nella tarda adolescenza o prima dei venticinque anni. Oppure potresti mantenere una chioma sana e piena fino alla mezza età e oltre.

Tuttavia, il rischio di diventare calvi aumenta con l’avanzare dell’età. La forma più comune di caduta dei capelli, l’alopecia androgenetica (calvizie), colpisce circa il 50% degli uomini di età superiore ai 50 anni e circa il 40% delle donne di età superiore ai 70 anni.

Prima si individuano i segni della calvizie, prima si può parlare con uno specialista di potenziali soluzioni. Ma quali sono i primi segnali a cui prestare attenzione?

Quanta caduta di capelli è normale?

Perdere 50-100 ciocche al giorno è considerata una normale caduta dei capelli.

Poiché il nostro cuoio capelluto ha oltre 100.000 follicoli piliferi, possiamo sopportare di perdere questa quantità ogni giorno senza una notevole perdita di capelli. Le donne tendono a perdere più capelli ogni giorno rispetto agli uomini, e ci sono eccezioni a quanto le persone possono perdere ogni giorno. Ma nel complesso, questa è la quantità normale.

Anche fattori come il modo in cui acconci i capelli, incluso l’uso di piastre o arricciacapelli e se usi prodotti chimici aggressivi nei trattamenti per capelli, possono influenzare la quantità di capelli che cadono.

Quali sono i primi segni di calvizie?

Anche se è perfettamente normale perdere capelli ogni giorno, c’è una soglia di cui diffidare. A volte, una significativa perdita di capelli o cambiamenti nella struttura dei capelli possono significare che stai sviluppando una condizione di caduta dei capelli.

Ecco i 5 segni di calvizie a cui prestare attenzione:

1. Diradamento dei capelli

Il diradamento è un cambiamento graduale nella densità e nella consistenza dei tuoi capelli. Spesso inizia dalla tempia o dalla sommità della testa, dove gradualmente, sempre meno capelli ricrescono. Il risultato possono essere capelli radi, sbiaditi e che diventano più corti del normale.

I fattori dello stile di vita possono influenzare pesantemente la presenza e lo sviluppo del diradamento dei capelli. Questi includono stress eccessivo, trattamento eccessivo dei capelli con sostanze chimiche aggressive e carenze di vitamine e minerali. Anche la genetica può svolgere un ruolo fondamentale in questa condizione, soprattutto se hai membri della famiglia i cui capelli si sono diradati.

Il diradamento dei capelli può anche essere un sintomo di una condizione medica sottostante, tra cui una malattia autoimmune o un disturbo ormonale. Consulta il tuo medico per trovare la causa principale del diradamento dei tuoi capelli.

2. Stempiatura

Una stempiatura può svilupparsi già alla fine della pubertà, e quando qualcuno raggiunge la fine dei 20 e l’inizio dei 30, potrebbe già aver subito una significativa perdita di capelli in punti importanti.

Per gli uomini, una stempiatura inizia spesso appena sopra le tempie, dove la loro attaccatura naturale si ritira gradualmente nel tempo. I capelli iniziano a cadere, formando una forma a V appena sopra la fronte. Questo è spesso soprannominato un “picco della vedova”, poiché i lati della testa sono solitamente lasciati inalterati.

Anche se più raramente, può colpire anche le donne, dove i capelli si assottigliano e si ritirano gradualmente oltre l’attaccatura dei capelli. I cambiamenti ormonali, come la gravidanza o la menopausa, possono spesso influenzare l’attaccatura dei capelli e possono essere solo un sintomo temporaneo.

Come per qualsiasi cambiamento improvviso della tua salute, consulta il tuo medico per ottenere una diagnosi ufficiale. A volte viene eseguita una biopsia del cuoio capelluto per esaminare ciò che lo sta interessando in questo modo.

3. I capelli cadono a ciuffi

Come abbiamo già detto, perdere una certa quantità di capelli ogni giorno è perfettamente normale. Ma se i capelli iniziano a cadere a ciuffi o se al mattino trovi una grande quantità di capelli sul cuscino, questo può essere un motivo di preoccupazione significativo.

Se hai sviluppato punti calvi evidenti o parti dei tuoi capelli che sono facili da strappare quando li pettini, è ora di consultare il medico. Eseguirà una serie di test per diagnosticare la causa principale di questa perdita di capelli, incluso il controllo di condizioni mediche sottostanti, carenze nutrizionali o cambiamenti ormonali.

Può anche esaminare il cuoio capelluto per segni di trauma e rivedere le pratiche di cura dei capelli. Nel frattempo, evita di usare prodotti chimici e tecniche di styling aggressivi.

4. Punti calvi

Punti calvi improvvisi sul cuoio capelluto possono indicare che stai soffrendo di alopecia areata. Questa è una condizione autoimmune che vede il tuo sistema immunitario attaccare erroneamente i follicoli piliferi, riducendo la loro fase di crescita e provocandone la caduta precoce.

L’alopecia areata può interessare i capelli del cuoio capelluto, le sopracciglia, le ciglia, i peli del viso e i peli pubici su tutto il corpo. Un segno rivelatore di alopecia sarà che questi punti formano cerchi perfetti sulla tua testa. Avrai spesso prurito o formicolio e i capelli ricrescono molto lentamente.

Esistono diversi sottotipi, ognuno con le proprie opzioni di trattamento uniche. Per questo motivo, è necessario andare dal medico per una diagnosi ufficiale. Per fortuna, alcuni sono solo temporanei.

5. Stai perdendo capelli su tutto il corpo

Perdere rapidamente tutti i peli, in tutto il corpo, può essere devastante e spaventoso da provare.

Diverse condizioni possono causare questo, incluso un sottotipo di alopecia noto come alopecia universalis. Altre cause includono disturbi autoimmuni, carenze di ferro, disturbi ormonali che coinvolgono la tiroide o le ghiandole surrenali, diabete, stress, genetica, e per le donne la sindrome dell’ovaio policistico.

In definitiva, è necessario consultare il proprio medico per trovare la causa principale di questa caduta improvvisa e totale dei capelli.

Quali sono i segni della calvizie negli uomini?

La scala di Norwood-Hamilton illustra la caduta dei capelli che si verifica su più parti del cuoio capelluto, attraverso sette fasi principali della calvizie. I primi segni possono mostrarsi nelle seguenti aree:

1. Recessione dell’attaccatura dei capelli

L’attaccatura dei capelli è uno dei segni più evidenti di calvizie negli uomini: l’attaccatura dei capelli inizia ad assottigliarsi e si ritira lungo il cuoio capelluto. Questo può formare un’attaccatura dei capelli a forma di M poiché i lati si allontanano più velocemente del centro.

Tuttavia, la recessione dell’attaccatura dei capelli potrebbe non portare sempre a un’ulteriore calvizie. Potrebbe essere invece un’attaccatura dei capelli matura.

2. Perdita di capelli alle tempie e alla corona

I capelli possono iniziare a diradarsi sulle tempie e sul vertice (o sulla corona), mostrando una macchia calva verso la parte posteriore del cuoio capelluto.

stempiatura segni di calvizie

3. Diradamento sulla parte superiore del cuoio capelluto

La caduta dei capelli sulla sommità del cuoio capelluto di solito si sviluppa gradualmente. Non ti sveglierai una mattina scoprendo che la maggior parte dei tuoi capelli è sparita. Invece, l’assottigliamento incrementale può verificarsi nel corso di un certo numero di anni fino a quando la calvizie non diventa evidente.

Quali sono i segni della calvizie nelle donne?

La calvizie femminile può iniziare a svilupparsi tra i 12 ei 40 anni, anche se in alcuni casi può iniziare molto più tardi. Gli esperti utilizzano il sistema Ludwig per identificare i seguenti segni di calvizie nelle donne:

1. Parte addensante

Uno dei segni più comuni della calvizie femminile è una parte che si allarga, tipicamente lungo il centro del cuoio capelluto.

2. Diradamento sulla parte superiore del cuoio capelluto

La caduta dei capelli può progredire sulla parte superiore del cuoio capelluto ma non sui lati. La calvizie si sviluppa comunemente su tutta la testa nelle donne, poiché l’attaccatura dei capelli non recede a forma di M come negli uomini.

segni di calvizie

A che età le persone in genere iniziano a perdere i capelli?

Spesso pensiamo che la caduta dei capelli avvenga solo quando siamo più grandi, ma la caduta dei capelli ereditaria può iniziare già durante l’adolescenza. Dopo la pubertà, possiamo sviluppare i primi segni di caduta dei capelli, come un’attaccatura dei capelli che recede, che progredisce gradualmente in una calvizie più evidente intorno al nostro cuoio capelluto.

Un’altra comune convinzione errata è che solo perché qualcuno ha passato la maggior parte della propria vita senza subire la caduta o il diradamento dei capelli ciò li renda immuni dalla potenziale calvizie! In realtà, alcune persone potrebbero iniziare a manifestare questi sintomi solo ben oltre la mezza età.

Quali sono le possibili cause della caduta dei capelli?

La calvizie maschile e femminile può essere il tipo più comune, ma altre condizioni e problemi possono scatenare la caduta dei capelli. Alcuni possono essere ereditari o dovuti a farmaci, lesioni o problemi di fondo.

Le potenziali cause includono:

Telogeneffluvium

Eventi di vita stressanti (come lo sviluppo di una malattia, il parto o una dieta estrema) possono causare telogeneffluvium. Tuttavia, dovrebbe essere reversibile una volta terminato il periodo di stress.

Alopecia areata

Uomini e donne con alopecia areata sperimentano la caduta dei capelli in piccole chiazze del cuoio capelluto senza mostrare altri sintomi. Può anche interessare le sopracciglia, la barba e i peli del corpo. Le patch isolate possono eventualmente connettersi e creare calvizie più grave.

Alopecia areata: segni di calvizie

Alopecia cicatriziale

Questo termine si applica a qualsiasi perdita di capelli che lasci cicatrici permanenti sul cuoio capelluto: il tessuto cicatriziale si forma dopo la distruzione dei follicoli a causa dell’infiammazione e i nuovi capelli non sono in grado di crescere.

Problemi alla tiroide

Le condizioni della tiroide possono causare la caduta dei capelli, poiché l’ormone tiroideo è fondamentale per i follicoli piliferi sani. Una malattia nota come tiroidite di Hashimoto, ad esempio, può portare alla caduta dei capelli.

Carenza nutrizionale

Poi avere una carenza nutrizionale se non riesci ad assorbire una buona quantità di vitamine, ferro o proteine. Ciò può causare la caduta dei capelli nel tempo.

Tineacapitis

Se sviluppa questa infezione fungina del cuoio capelluto, noterà macchie squamose isolate che potrebbero avere pustole. Può portare a cicatrici e perdita permanente dei capelli.

Quali trattamenti sono disponibili per la caduta dei capelli?

Potresti essere in grado di far ricrescere naturalmente i capelli persi dopo aver affrontato la radice del problema, ma vari trattamenti possono aiutarti se ciò non è possibile:

Retinoidi topici

Trattamenti topici contenenti una moderata quantità di retinoidi topici (derivati ​​dalla vitamina A) possono essere applicati al cuoio capelluto per stimolare la crescita.

Trapianto di capelli

Il trapianto di capelli, come l’Estrazione dell’Unità Follicolare (FUE), ripristina la crescita con risultati naturali. I chirurghi raccolgono follicoli sani dalle aree donatrici del cuoio capelluto e li impiantano nelle aree calve.

segni di calvizie

Minoxidil

Il Minoxidil (venduto come Rogaine) è un farmaco disponibile nelle farmacie. Questo viene applicato direttamente sul cuoio capelluto per prevenire la caduta dei capelli e favorirne la crescita. Ma deve essere usato frequentemente per mantenere i risultati.

Terapia della luce laser

I trattamenti laser si concentrano sull’aumento della densità dei capelli. Le cellule deboli assorbono i fotoni dal laser, che possono favorire capelli più spessi e più forti.

trattamenti laser

Spironolattone

Lo spironolattone (disponibile come Aldactone) si lega ai recettori per gli ormoni androgeni per regolare il testosterone e altri androgeni. Questo può combattere gli squilibri ormonali e ridurre il rischio di perdita di capelli associata.

Plasma ricco di piastrine (PRP)

La terapia con PRP prevede il prelievo di un campione di sangue, trasformandolo in un plasma ricco di piastrine, quindi l’iniezione nel cuoio capelluto. Questo può stimolare la crescita di nuovi capelli nelle aree calve.

Quando dovrebbe parlare con un medico dei segni della calvizie?

Per rispondere alla domanda perché cadono i capelli, dobbiamo esaminarli da diversi aspetti. Prendi un appuntamento per vedere il tuo medico se incontri uno dei seguenti sintomi insieme alla caduta dei capelli:

  • Eccessivo ridimensionamento o prurito nelle aree calve
  • Gonfiore in corrispondenza o in prossimità delle aree calve
  • Perdita di capelli improvvisa in qualsiasi parte del corpo
  • Una sensazione di bruciore sopra o vicino alle aree calve
  • Scarico di pus sopra o vicino alle aree calve
  • Una febbre alta attuale o recente (sopra i 38°C o 101°F)
  • Complicazioni da intervento chirurgico
  • Crescita eccessiva e insolita di peli su qualsiasi parte del corpo
  • Cambiamenti improvvisi di peso, sia in aumento che in diminuzione

Il medico dovrebbe essere in grado di identificare la causa della caduta dei capelli e uno qualsiasi di questi sintomi associati. Sarà in grado di discutere potenziali trattamenti per affrontare la calvizie, incluso un trapianto di capelli.

Con chi puoi parlare di un trapianto di capelli?

Il team di esperti di HairPalace esegue l’autotrapianto di capelli utilizzando la più recente tecnica FUE2. Possiamo ripristinare i capelli su tutto il cuoio capelluto in modo sicuro ed efficace, per ottenere risultati naturali.

FAQ

Quali sono i primi segni della calvizia?

Carattere distintivo della calvize maschile, detta anche alopecia androgenetica, è il diradamento più o meno rapido della cosiddetta “attaccatura dei capelli” nella parte superiore o laterale della testa, oppure a livello della fronte.

Quando bisogna preoccuparsi per la caduta dei capelli?

Se si perdono non più di 50-100 capelli al giorno, la loro caduta può essere considerata fisiologica. Se, invece, più di 100 capelli al giorno cadono e il numero dei capelli caduti supera il numero dei capelli in fase di crescita, allora si parla di caduta dei capelli anomala o patologica.

A che età inizia la calvizie?

Hai una probabilità del 25% di perdere alcuni dei tuoi capelli prima di compiere 30 anni. Circa la metà di tutti gli uomini sperimenta una perdita di capelli visibile entro l’età di 50 anni e due terzi sono calvi o hanno una calvizie entro i 60 anni.

L’attaccatura dei capelli a forma di M significa calvizie?

Quando l’attaccatura dei capelli si ritira sul cuoio capelluto e crea un’attaccatura a forma di M o un picco della vedova, potresti diventare calvo. Una forma a M rende l’attaccatura più definita ed elimina le curve dell’attaccatura giovanile.

Ultima revisione medica del 9 Settembre 2022