Un altro tipo di caduta dei capelli maschile è il telogen effluvium, che si verifica quando troppi follicoli piliferi entrano nella fase di riposo, interrompendo il ciclo di crescita sano.

Ciò può interessare circa il 30% dei follicoli del cuoio capelluto e può causare la caduta di fino a 300 capelli al giorno.

Il cuoio capelluto potrebbe avvertire prurito o, addirittura, fastidio con potenziale sensazione di bruciore.

Gli effetti possono variare da persona a persona.

E’ improbabile che il telogen effluvium porti alla calvizie totale, ma è possibile che i capelli diventino più sottili su tutto il cuoio capelluto.

Nei casi cronici di telogen effluvium, la condizione persiste per più di un anno.

La diagnosi può essere semplice: basta tirare delicatamente i capelli, per stabilire se è possibile rimuoverne un numero superiore al normale.

Le donne di età compresa tra i 30 ed i 60 anni sono particolarmente esposte al rischio di telogen effluvium cronico, anche se non sono affette da altre patologie.

I soggetti con capelli spessi e/o lunghi hanno maggiori probabilità di riscontrare una caduta eccessiva, così come quei soggetti che hanno una maggiore probabilità di sperimentare la caduta dei capelli correlata alla genetica.

Cause comuni di telogen effluvium

Anomalie della tiroide e farmaci

La vitamina A in dosi elevate, oppure i farmaci per la pressione sanguigna e la gotta possono provocare il telogen effluvium.

Dieta povera

Una cattiva alimentazione può avere un effetto negativo sulla crescita dei capelli.

I programmi alimentari creati o controllati da un medico riscuotono molto successo, così come gli integratori e le vitamine.

Tuttavia, le vitamine non possono prevenire la caduta dei capelli che si verifica quando un soggetto perde molto peso in poco tempo.

Anche eventuali integratori ricchi di vitamina A possono peggiorare la caduta dei capelli.

Stress fisico ed emotivo

La caduta dei capelli può essere causata da un intervento chirurgico, dallo stress emotivo o dalle malattie fisiche, poiché il corpo interrompe la produzione dei capelli durante i periodi di forte stress.

Il motivo è semplice: i capelli non sono essenziali per la sopravvivenza umana, pertanto tutte le energie vengono convogliate nella riparazione delle strutture essenziali interne al corpo.

La perdita dei capelli potrebbe non essere evidente fino a circa tre mesi dopo l’interruzione della loro produzione e, una volta terminato il periodo di stress, per la crescita ci potrebbero volere tre mesi.

Alcune condizioni di salute che contribuiscono alla caduta dei capelli, come l’anemia o le anomalie della tiroide (diagnosticabili tramite un rapido esame del sangue), possono rimanere sconosciute per un po’.

Affrontare queste cause del telogen effluvium dovrebbe comportare una crescita normale dei capelli.

La caduta dei capelli in tutte le sue forme può essere incredibilmente difficile da affrontare in una fase della vita e questo vale sia per gli uomini che per le donne.

In alcuni casi, la causa principale può essere affrontata direttamente, ma in altre situazioni i capelli potrebbero non riuscire a ricrescere senza un intervento di trapianto dei capelli.

Le tecnologie e le tecniche più recenti consentono agli specialisti di trapiantare i capelli sani nelle aree colpite dal diradamento o dalla calvizie.

I nuovi capelli spunteranno nei successivi 12-18 mesi senza cicatrici visibili, rivitalizzando l’intero cuoio capelluto con una crescita naturale e continuativa.

Per saperne di più sulle opzioni di chirurgia del trapianto di capelli, contatta oggi stesso il team di HairPalace.