Alopecia areata: cos’è e come provoca la caduta dei capelli ?

La caduta dei capelli è un disturbo comune che in Italia colpisce il 39% degli uomini.

L’estensione della caduta dei capelli varia: alcuni uomini perdono tutti i capelli, mentre altri sono affetti da MPB (calvizie maschile) che, in genere, colpisce solo la parte superiore della testa.

Ma i fattori che possono causare la caduta dei capelli sono numerosi, compreso lo stress.

Uno dei principali tipi di patologie collegate allo stress è l’alopecia areata.

In questa sezione capiremo cosa significa, come si verifica e quali opzioni di trattamento ci sono.

Alopecia areata: cos’è e come provoca la caduta dei capelli ?

Cos’è l’alopecia areata?

L’alopecia areata provoca la caduta di chiazze di capelli, ma in alcuni casi potrebbe non essere evidente: tutto dipende dalla gravità di questa patologia.

La caduta visibile dei capelli si presenta come una chiazza calva di circa 2,5 cm di diametro e dalla forma arrotondata.

Questo fenomeno può avvenire tanto rapidamente da trasformare completamente i capelli in poche settimane.

I risultati possono diventare molto più evidenti quando queste piccole chiazze si uniscono, espandendo l’area della calvizie, fino a quando gran parte del cuoio capelluto diventa visibile.

Quando l’alopecia areata porta alla perdita totale di capelli e peli (ciglia e sopracciglia comprese), si parla di alopecia universale e peli e capelli potrebbero non ricrescere.

Ovviamente, l’alopecia areata può essere difficile da affrontare, soprattutto per gli uomini fortemente stressati.

Infatti, è probabile che l’imminente calvizie aggravi i loro problemi ed aumenti i loro livelli di stress.

Cosa provoca l’alopecia areata?

L’alopecia areata viene innescata dal sistema immunitario che attacca i follicoli piliferi, trattandoli come invasori estranei piuttosto che come elementi naturali del corpo.

Generalmente, i globuli bianchi aiutano a difendersi da disturbi e malattie, mentre in questo caso interrompono erroneamente una funzione fisiologica fondamentale.

Alcuni soggetti sono maggiormente esposti al rischio di sviluppo dell’alopecia areata, compresi quelli che:

  • Hanno una storia familiare di questa patologia e/o di altri tipi di malattie autoimmuni
  • Hanno una predisposizione genetica
  • Hanno livelli più elevati di malattie della tiroide, eczema atopico o vitiligine
  • Hanno disturbi cromosomici (ad esempio, la Sindrome di Down)
  • A cui sono stati prescritti farmaci biologici per patologie quali il morbo di Crohn o l’artrite reumatoide

Chiunque risponda ad uno di questi criteri e stia vivendo elevati livelli di stress rischia di sviluppare l’alopecia areata.

Ma lo stress non è l’unico fattore scatenante: anche le infezioni virali, gli sbalzi ormonali ed i forti traumi possono esserne responsabili.

Quanto dura l’alopecia areata?

Per alcuni soggetti affetti da alopecia areata i risultati possono durare per il resto della loro vita.

Questa patologia potrebbe non essere caratterizzata da una perdita di capelli costante, ma potrebbe scomparire e ripresentarsi più volte.

Tuttavia, altri soggetti possono essere affetti da alopecia areata solo una volta, in via temporanea.

La gravità e la frequenza di questa patologia variano da un caso all’altro, ma l’alopecia areata permanente è piuttosto rara.

In generale, i capelli persi a causa di questa malattia dovrebbero cominciare a ricrescere entro un anno, anche nei casi più gravi.

Quali cure ci sono per l’alopecia areata?

Per affrontare l’alopecia areata, si possono consigliare determinate cure, comprese le soluzioni topiche e sistemiche.

Ad esempio, il minoxidil è un’alternativa comune, sebbene possa essere inefficace contro le forme più gravi di alopecia areata.

Tuttavia, poiché la ricrescita può verificarsi spontaneamente dopo l’attenuazione dei sintomi, la cura potrebbe essere considerata non necessaria.

Purtroppo, la ricerca approfondita sulle cure per l’alopecia areata è piuttosto limitata, soprattutto se paragonata alla quantità di risorse concentrate nello studio di altre tipologie di caduta dei capelli.

In alcuni casi, i trattamenti topici per capelli possono avere difficoltà a stimolare una ricrescita significativa.

Come ultima ipotesi, si potrebbero prescrivere i corticosteroidi come soluzione sistemica, anche se dovrebbero essere usati con cautela, dal momento che possono provocare alcuni effetti collaterali gravi (aumento di peso, ipertensione, diabete).

Il medico potrebbe consigliare anche gli immunosoppressori orali come la ciclosporina.

E’ fondamentale essere consapevoli delle potenziali difficoltà che potrebbero insorgere durante l’assunzione di nuovi farmaci, siano essi topici che sistemici.

Se i capelli non ricrescono dopo l’alopecia areata, il loro trapianto può essere una soluzione fattibile.

Ma l’estensione della caduta dei capelli e la gravità della patologia devono essere valutate accuratamente, per garantire che la procedura abbia una probabilità di successo.

Ad esempio, se una o due zone di calvizie sono rimaste invariate per diversi anni, il trapianto dei capelli potrebbe essere efficace.

I chirurghi di HairPalace, specializzati nel trapianto di capelli, utilizzano la tecnologia all’avanguardia FUE per ripristinare una crescita giovanile e sana dei capelli.

Per saperne di più e per stabilire se l’intervento di trapianto di capelli è la soluzione giusta per te, contatta il nostro team oggi stesso.