Calvizie senza pattern 

La calvizie senza pattern può essere causata da:

Tirare i capelli in modo compulsivo:

Tirare i capelli in modo compulsivo, fenomeno altrimenti noto come tricotillomania, provoca una perdita di capelli irregolare.

Il trattamento per questa condizione implica il dover affrontare le relative motivazioni emotive o psicologiche.

Alopecia areata:

Si tratta di una malattia autoimmune che porta a diversi tipi di caduta dei capelli, che varia da un lieve diradamento alla calvizie con alcune chiazze di capelli.

Per diagnosticare l’alopecia areata e per definirne la cura è necessario un esame da parte di un medico esperto.

Alopecia triangolare:

Le persone affette da questa condizione riscontrano la caduta dei capelli nella zona temporale: questo fenomeno può cominciare già dall’infanzia.

La conseguente perdita dei capelli può interessare l’intero cuoio capelluto, oppure un piccolo numero di capelli sottili potrebbe rimanere al proprio posto.

Sebbene la causa di questo tipo di alopecia debba ancora essere identificata, il trattamento medico o chirurgico può affrontarla.

Alopecia cicatriziale:

Come suggerisce il suo nome, l’alopecia cicatriziale è la perdita dei capelli causata dalle cicatrici sul cuoio capelluto (in particolare sulla parte superiore).

Tende a colpire le donne afro-americane, a causa della pratica comune di portare i capelli legati con trecce strette per lunghi periodi.

Nel tempo, tutto questo mette a dura prova i follicoli.

Sindrome dell’anagen lasso:

Questa condizione si verifica principalmente nelle persone dai capelli biondi.

I capelli del cuoio capelluto sono lenti nei follicoli e possono essere estratti facilmente tirandoli o pettinandoli.

I sintomi tendono ad apparire durante l’infanzia, sebbene la condizione possa migliorare con l’età.

Dieta:

La mancanza di nutrizione è forse la causa più facile da controllare nella caduta dei capelli.

Alcuni alimenti possono aiutare a mantenere i capelli forti e sani, favorendone la normale crescita.

Le diete più salutari prevedono l’assunzione di molte vitamine del gruppo B, mentre le diete con troppa vitamina A possono contribuire alla caduta dei capelli.